Lotto, i numeri ritardatari su cui puntare

di Alba D'Alberto Commenta

C’è una strana usanza: quella di puntare più soldi di quanti se ne punterebbero solitamente, su un solo numero, soltanto perché è ritardatario. In realtà la probabilità che sia estratto è sempre la stessa ma la tradizione è tradizione. Ecco allora che ad ogni estrazione c’è un commento che ravviva l’usanza. 

lottoAlla fine di ogni estrazione, sul sito di Lottomatica, esce un commento all’estrazione che fa il riepilogo dell’accaduto. Non il sunto dell’estrazione ma una specie di pronostico di quel che potrebbe succedere “in futuro”. Ecco allora il commento all’ultima estrazione.

Ai piedi del podio il 28 su Torino a 131 turni di assenza, l’89 su Palermo a 114 e il 22 su Genova a 104.

Per quanto riguarda le combinazioni numeriche le uscite più significative, nel concorso di questa sera, si sono verificate sulla ruota di Bari con l’ambo gemello 11-22, sulla ruota di Firenze con l’ambo gemello 44-77 e sulla ruota Nazionale con l’ambo vertibile 27-72.

Tra gli ambi maggiormente ritardatari per le decine la 10-19 su Torino manca da 45 turni, per le cadenze c’è la 3 su Roma che non si vede da 102 concorsi, mentre tra le figure la 1 su Genova non si vede da 51 estrazioni.

Su quali numeri bisogna puntare allora per le prossime estrazioni? Uno specchietto sarebbe sufficiente per spiegare tutto ma proviamo ad esplicitare meglio una semplice tabella. Si potrà puntare sul numero 30 a Milano visto che manca all’appello da 150 settimane. 140 sono le settimane di ritardo del 70 a Napoli e poi ci sarebbe il 53 sulla ruota Nazionale che manca all’appello da 133 settimane.

In alternativa si può puntare sul 28 a Torino, sull’89 a Palermo e sul 22 a Genova che non fanno capolino sulle ruote indicate rispettivamente da 131, 114 e 104 settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>