Il tennis campo di scommesse olimpioniche ma anche il nostro Setterosa piace

di Alba D'Alberto Commenta

Il tennis, stando alle bacheche degli scommettitori seri, è lo sport che durante le olimpiadi ha collezionato il maggior numero di medaglie. In realtà, almeno per l’Italia, l’attenzione è in altre discipline, per esempio la pallanuoto dove il Setterosa potrebbe vincere la finale. 

Iniziamo proprio dalle donne della pallanuoto per dire che le azzurre giocheranno oggi la finale e l’ultimo scontro sarà il più difficile. Non è vero che è sempre così, ma stavolta ci sono tante buone ragioni per dirlo. Prima di tutto bisogna lodare la tenacia di queste giocatrici che che hanno portato l’Italia in finale e non succedeva dai giochi olimpici di Atene. In pratica erano dodici anni che il Setterosa non accedeva alla lotta per l’oro. Lo scontro è con le statunitensi che in semifinale hanno fatto soffrire le campionesse d’Europa in carica, ovvero le ungheresi e hanno vinto senza alcun affanno. Cosa dicono allora le quote? Le riassume il Corriere dello Sport:

Per i quotisti Snai le statunitensi sono strafavorite a 1,15, per la vittoria italiana si sale di molto, fino a 7,75. Un pareggio che porterebbe ai supplementari si gioca a quota 12. L’incontro sarà preceduto dalla finale per il bronzo, tra Ungheria e Russia: più corpose le chance delle magiare date a 1,35; la Russia è a 4,65.

Interessante la nota proposta dagli appassionati di scommesse che mostrano come il tennis abbia accolto più scommesse del calcio. L’atmosfera olimpica, in pratica, è riuscita a cambiare tutte le abitudini più consolidate. Gli scommettitori Snai, tanto per fare un esempio, hanno dirottato il 40% delle giocate sul tennis maschie e femminile. Un caso legato moltissimo alla presenza di tante stelle di questa disciplina. Il calcio segue il tennis a distanza accumulando soltanto il 18 per cento delle giocate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>