Tennis e presidenza Fifa, le scommesse da non perdere

di Alba D'Alberto Commenta

Gli italiani del tennis tornano a far parlare di loro e dopo più di 50 anni una coppia italiana arriva addirittura alla finale di uno Slam maschile. Un traguardo storico sul quale non si sarebbe scommesso un euro. Ma adesso c’è da ricredersi mentre si butta sempre un occhio al calcio e in particolare alla Fifa che sta per scegliere il suo nuovo presidente. Ce la farà Figo?

Per 56 lunghi anni gli italiani sono usciti dall’Olimpo del tennis. Adesso, finalmente si rivede una coppia italiana in una finale dello Slam maschile e anche i bookmker iniziano a sognare la vittoria di Bolelli e Fognini. Forse potrebbero vincere l’Australian Open. Sulle lavagne internazionali partono come favoriti. La vittoria degli azzurri è data a 1.78 mentre gli avversari sono dati a 1.88 perché nella battaglia semifinale hanno dovuto faticare un po’ di più.

Nel set betting il successo secco 2-0 per Bolelli e Fognini vale 3 volte la posta mentre con il 2-1 si sale fino al 4.20.

E torniamo al calcio, perché non ne possiamo fare a meno. Alla presidenza della Fifa si prepara il cambiamento e questo cambiamento potrebbe portare il nome di Luis Figo. Una candidatura appoggiata da Mourinho ma non dai bookmaker nazionali che ancora una volta danno fiducia a Blatter. Il presidente attuale potrebbe essere riconfermato e questa eventualità vale 1,1o volte la posta. L’ex giocatore portoghese è pagato a 11.00 e basta questo a far capire la dismisura degli apprezzamenti.

Una quotazione analoga a quella di Figo ce l’ha il francese Chamapagne e il principe di Giordania Alì Bin Al Hussein che nel suo curriculum può vantare già la vicepresidenza della Federazione Internazionale del Football.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>