Ci siamo ancora pochi giorni di attesa e poi lo spettacolo di Euro 2012 andrà in scena, con tutta la magia e l’entusiasmo che solo competizioni con Europei o Mondiali sanno dare. Infatti senza ombra di dubbio pizzerie, pub e locali vari saranno presi d’assalto, negozi di elettrodomestici letteralmente invasi pur di acquistare una nuova tv con cui poter assistere alla massima competizione  continentale con il massimo della tranquillità.

Euro 2012

Non faranno eccezione neanche  negozi sportivi invasi da grandi e piccini alla spasmodica ricerca di bandiere, maglie e gadget di ogni tipo, con cui esorcizzare l’intera durata della manifestazione facendo cosi il tifo per la propria nazionale, tutto ciò sarà Euro 2012. Manifestazione che al pari dei Mondiali riesce ad incollare alla tv anche mogli e fidanzate, che per tutto l’anno vivono con l’assillo del calcio, ma che in competizioni del genere diventano tifose accanite, ma soprattutto sarà il popolo degli scommettitori che non perderà giorno e partita per poter fare la propria puntata e vivere l’emozione degli Europei in prima persona, seppur a kilometri di distanza. Il nostro viaggio comincia esaminando il girone A ed in primis la Polonia.

 

POLONIA Il nostro viaggio all’interno degli Europei 2012 comincerà con l’analizzare le varie squadre che vi parteciperanno, prima d’immergerci in quelle che saranno le gare.

La prima nazionale che analizzeremo sarà la Polonia organizzatrice insieme all’Ucraina della manifestazione, e facente parte del girone A insieme a Grecia, Russia e Repubblica Ceca.

Nella sua storia fino ad oggi, la formazione polacca non ha mai alzato al cielo un titolo ne mondiale  ne europeo. In chiave mondiale gli unici due risultati di buon livello furono due terzi posti raggiunti al Mondiale del 1974 ed 82.

Discorso diverso per quanto concerne le Olimpiadi manifestazione in cui la Polonia in più di una occasione dimostrò di esserci, infatti conquistò l’oro olimpico nelle Olimpiadi di Monaco del 1972, e due medaglie d’argento alle Olimpiadi di Montreal nel 1976 ed a Barcellona nel 1992.

Nulla di particolarmente rilevante da segnale in chiave europea, infatti con la competizione continentale il team polacco non ha mai avuto un grande feeling, l’unico risultato di discreto livello fu il passaggio del turno ad Euro 2008

Leggendo il palmares è facile pensare che la Polonia non possa avere nessuna probabilità di successo, ma in realtà in manifestazione del genere tutto è sempre possibile,infatti non va dimenticato che il team polacco potrà godere del supporto del pubblico amico e su di un roster  decisamente valido. Infatti la formazione padrona di casa, ha il giusto mix tra esperienza e giovinezza, basti pensare che il giocatore più anziano è del 1979 e quello più giovane del 90.

A ciò  bisogna aggiungere che solo 4 giocatori militano nel campionato nazionale, il resto è diviso tra Germania che alla Polonia darà ben 7 convocati, 3 Italia e Francia,2 l’Inghilterra, 1 Grecia, Scozia, Belgio,Olanda ed Ucraina.  

Sommando tali fattori è facile capire che la Polonia non giocherà l’Europeo con il solo spirito competitivo, ma vorrà soprattutto davanti al proprio pubblico fare qualcosa di più, cosa possibile visto il buon roster di cui dispone, senza dimenticare il fattore psicologico essendo il paese organizzatore.

E’ facile quindi capire, che la Polonia potrebbe rientrare tra le formazioni sorpresa dell’Europeo che sta per cominciare, avendo tutte le carte in regola per poter fare realmente bene.

Quote vittoria  dell’Europeo dalla Polonia
 Bwin
40.00
Betclic
60.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>