Dopo aver analizzato Polonia e Grecia, il nostro viaggio verso Euro 2012 e nel Girone A, continuerà analizzando la Russia.

Quattro anni fa la nazionale dell’est arrivò fino alle semifinali,ora a distanza di 4 anni la Nazionale russa dovrà per forza di cose dimostrare che quel traguardo raggiunto nel 2008 non fu solo frutto della fortuna o del caso, ma di una crescita ed una programmazione avvenuta nel tempo. Cosi dopo 4 anni la Russia è chiamata a dover dimostrare di esser ormai cresciuta e pronta per il grande salto, come fatto nel calcio a 5 e nel beach, visto ciò senza dubbio gli scommettitori senza dubbio uno sguardo interessante alla formazione dell’est lo daranno.

RUSSIA  Durante gli anni sovietici, la Nazionale dell’allora URSS era senza dubbio tra le più forti d’Europa e del Mondo, infatti quella formazione in cui affluivano tutti i migliori giocatori del blocco sovietico fu capace di vincere la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 1960, a cui fece seguito la vittoria gli Europei del 1960 e centrare  ben 3 secondi posti, a tali successi fecero seguito il quarto posto ai Mondiali del 66, 3 bronzi nelle Olimpiadi del 72, 76 ed 80, per poi vincere nuovamente l’oro nel 1988.

Sciolta l’Unione Sovietica, la Russia ne è diventata la diretta ereditiera senza però arrivare ai fasti dei tempi che furono.

Infatti grandi successi la Russia ha saputo ottenerli dal calcio a 5, in la Nazionale è sempre tra le più forti al mondo, infatti nel palmares spicca il terzo posto ai Mondiali del 96 e la vittoria dell’Europeo del 99,raggiungendo poi due secondi posti ed un terzo posto.

Meglio ancora ha fatto la Nazionale di beach soccer vincendo il campionato Europeo del 2010 e successivamente laureandosi nel 2011 campione del Mondo. Ora però in casa russa è giunto il tempo che agli allori ottenuti nel calcio a 5 e nel beach soccer si affianchino quelli del calcio a 11, disciplina calcistica dove la Russia fino ad oggi non ha mai vinto.

All’Europeo l’ex nazionale sovietica arriverà con una formazione totalmente “Nazionale” ossia composta da giocatori militanti solo nel campionato russo.

Questo senza dubbio rafforzerà il senso patriottico già di suo abbastanza sentito nelle formazioni dell’est – Europa, m al tempo sarà anche una formazione abbastanza giovane ed esperta, infatti il giocatore più giovani ha 23 anni mentre quello più esperto 31.

Ciò significa velocità, rapidità ed imprevedibilità nella manovra di gioco a cui va anche aggiunto la buona qualità tecnica di diversi giocatori del roster russo.

A ciò bisogna aggiungere anche il fattore casalingo, infatti sicura sarà la presenza del tifo russo, essendo confinate con Ucraina e Polonia, ed un tempo facente entrambe parte del blocco sovietico.

Tirando le somme è facile capire che la Russia ha tutte le carte in regola per recitare un ruolo di primo piano nell’Europeo che sta per arrivare.

Quote vittoria dell’Europeo da parte della Russia
Bwin
20.00
Betclic
20.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>